Mese: Dicembre 2013

Scoprono di aver perso la commessa dalla visura camerale

Dopo questo periodo, l’azienda contatta alcune ditte per risistemare parte della pavimentazione stradale: si erano costituite delle crepe che avrebbero causato disagio per gli automobilisti. Le ditte in subappalto firmano due contratti: il primo con l’azienda, per ripristinare le crepe, il secondo con l’Anas, perché il manto stradale è di proprietà dell’ente pubblico. Le aziende iniziano a lavorare, ma durante i lavori di ripristino si accorgono che i pagamenti subiscono dei ritardi, fino a esaurirsi del tutto. I lavori si fermano e si contatta la ditta genovese per definire le modalità di pagamento. Le aziende in subappalto non si preoccupano molto del mancato pagamento: la visura camerale dell’azienda è già stata valutata dall’Anas in sede di gara di appalto e l’ente sa perfettamente che il lavoro di ripristino del manto stradale è stato commissionato a loro. Pensano che la società pubblica garantirà i pagamenti in caso di problemi, così come stabilisce la legge e come conferma la prassi quando si tratta di appalti pubblici di un Leggi tutto